Inizio forum Fai la tua domanda Esproprio impianto di telefonia

  • Questo topic ha 38 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 mese, 2 settimane fa da Aldo.
Visualizzazione 30 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #868 Rispondi
      Corrado Brancati
      Amministratore del forum

      Buon giorno

      ho trovato il vostro indirizzo su internet e vorrei sapere se potete darmi una risposta in merito ad un contratto di affitto su un terreno montano

      Io con altri miei parenti ( in tutto siamo 6 persone ) abbiamo affittato il terreno di nostra proprieta’ alla ditta Vodafone dove ha eretto un impianto x la telefonia mobile. Il contratto ha gia’ avuto una prima scadenza di 9 anni e poi rinnovato x altri 9 anni. Adesso la Vodafone, tramite una ditta intermediaria, ci fa sapere di voler rinegoziare il tutto dandoci il 20% in meno dell’importo percepito  negli anni precedenti o in alternativa acquistare il terreno.

      La ditta intermediaria mi ha detto che se non viene raggiunto un compromesso di comune accordo, tra di noi proprietari, loro possono espropriaci il terreno se questo viene considerato un  “ bene di pubblica utilita’

      E’ vero tutto cio’ ???  Come dovremmo comportarci se cio’ avvenisse ???

      Ringrazio anticipatamente x la Vostra collaborazione

      Gent.ma sign.ra
      In teoria è possibile procedere ad espropriazioni in relazione ad impianti di telefonia. tuttavia va precisato che il procedimento espropriativo è abbastanza lungo e costoso per l’ente che voglia espropriare un bene. Inoltre il proprietario espropriato ha diritto al pagamento del valore di mercato del bene espropriato. Quindi l’espropriante facendo un esproprio non risparmia. Ritengo difficile quindi che vodafone voglia davvero seguire tale strada, e più probabilmente si tratta solo di una minaccia per cercare di risparmiare un po’.
      Cordiali saluti
      tutelaespropri.it

    • #1326 Rispondi
      TERESA
      Ospite

      ANCHE IO MI SONO VISTA RECAPITARE DALLA VODAFON UNA PROPOSTA CON LA QUALE MI SI CHIEDE LA VENDITA DEL DIRITTO DI SUPERFICIE, ALTRIMENTI AVVIANO LE PROCEDURE PER L’IMPOSIZIONE DI UNA SERVITU’ COATTIVA E/O ESPROPRIO AI SENSI DEGLI ART. 90 E 92 D. LGS 259/03.
      LA LORO MINACCIA E’ UNA MINACCIA FONDATA???? NON HO ALCUNA INTENZIONE DI VENDERE, COME POSSO TUTELARMI?????
      RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER LA VOSTRA ATTENZIONE.

    • #1878 Rispondi
      Giampaolo
      Ospite

      Buongiorno,sono appena sto visitato da Vodafone per lo stesso motivo.
      Credo che sia tutto uno spavento.Gli articoli citati sono gli stessi..mi consulto con un legale e verifico il tutto.
      Un po’ di paura ci sta.

      • #1975 Rispondi
        Fabiana
        Ospite

        Salve,
        Potrei sapere come ha risolto con la vodafone? Sono nelle stesse sue condizioni!
        Grazie in anticipo
        Fabiana

    • #1946 Rispondi
      Giada
      Ospite

      Buongiorno,
      i miei genitori hanno un terreno agricolo per il quale 6 anni fa hanno stipulato con Vodafone un contratto di locazione – RINNOVABILE TACITAMENTE per altri 6 anni – per la realizzazione di una stazione radiobase tutt’ora esistente e funzionante.
      Ora abbiamo ricevuto da parte di Vodafone una lettera in cui ci chiedono di accettare o meno entro 21 giorni la loro proposta di acquisto del diritto di superficie sul terreno (ad un prezzo nettamente inferiore al prezzo della locazione che tutt’ora ci stanno pagando) altrimenti procedono con un atto di esproprio ai sensi dell’art. 90 D. LGS 259/03.
      Secondo voi il fatto che noi abbiamo un regolare contratto di locazione tacitamente rinnovato che garantisce la continuità del servizio pubblico di telecomunicazioni non è sufficiente per dimostrare che non ci sono i presupposti per procedere all’esproprio?
      Da tutte le proposte fatte da Vodafone e dall’intento di ricorrere all’esproprio ci sembra che l’obiettivo non sia quello di garantire un servizio pubblico (che comunque non sarebbe pregiudicato continuando con la locazione) ma piuttosto di risparmiare sui costi (interesse del tutto privato).

      Chiedo cortesemente un parere in merito.
      Grazie.

    • #1947 Rispondi
      GABRIELE
      Ospite

      Ho un pezzo di terreno agricolo di circa 5000 mq. dove 11 anni e mezzo fa feci un contratto con Vofafon per installare una antenna, negli ultimi anni manda sempre lettere dicendo una volta di rinegoziare l’importo ridotto del 35/% altrimenti procedono con un atto di esproprio ai sensi dell’art. 90 D. LG 259/03. Ultimamente mi manda una lettera dicendo che alla fine di marzo data di scadenza del contratto vogliono aquistare il diritto di superfice dei circa 100 mq. dove installata l’antenna per 99 anni pagandomi una cifra che attualmente pagano in 3 anni. Io alla loro richiesta ho sempre risposto che se per loro il canone che stanno pagando è troppo alto possono benissimo andarsene.
      Daltronde loro possono offrire servizio pubblico continuando con lo stesso contratto e non vedo il motivo perche io debba ridurre il prezzo.

      Nell’attesa di un V/s parere ringrazio

    • #1948 Rispondi
      GABRIELE
      Ospite
    • #1953 Rispondi
      avv brancati
      Ospite

      saluto tutti i numerosi intervenuti

      La possibilità teorica di procedere a un esproprio c’è. Normalmente però si tratta da parte di vodafone di minacce volte a indurre i proprietari a forti sconti sui canoni di locazione. Tanto più che se si dovesse mai giungere a un esproprio dovrebbero evidentemente corrispondere il valore reale del bene, che può essere desunto dai canoni di locazione che stanno pagando e che sarebbe sicuramente più alto di quanto loro propongono.
      Valutate ovviamente la cosa, ma come dicevo, per lo più si tratta solo di vili minacce.
      restiamo ovviamente a disposizione di tutti per ogni necesità di assistenza professionale

      avv. Brancati
      Tutelaespropri

    • #1958 Rispondi
      Francesco
      Ospite

      Buonasera a tutti, la stessa cosa è successa a me. Sono il locatore di un’antenna Vodafone da circa 10 anni. Dopo due minime rinegoziazioni al ribasso del canone di locazione, nel giugno del 2016 mi hanno inviato una lettera nella quale veniva descritta l’assoluta utilità dell’antenna e l’assoluta necessità di acquisire il diritto di superficie sul terreno oggetto della locazione perchè sarebbe stato impossibile per loro acquisire altre aree data la difficoltà nell’ottenimento delle autorizzazioni.
      La proposta fattami era di circa 3 anni anticipati di locazione che poi sono diventati cinque a novembre. Io ho proposto una cifra molto più alta o il mantenimento delle condizioni contrattuali correnti. Circa due ore fa (16/01/2017) mi contatta la stessa azienda delle altre volte per ribadire l’ultima proposta. Io rinuncio e mi viene detto che l’antenna verrà smantellata, al che io esprimo soddisfazione per la loro decisione.
      Non so come andrà a finire, se la toglieranno o no, ma credo che a me convenga solo per cifre che includano almeno dieci anni di locazione.
      La scarsa serietà di queste multinazionali si evince dalla totale variazione di strategia manifestata nelle varie fasi della trattativa, in quanto si è passati dall’assoluta imprescindibilità dell’antenna allo smantellamento.
      Questo è solo terrorismo psicologico, e se la toglieranno ben venga.
      Buonasera a tutti

    • #2010 Rispondi
      Francesco
      Ospite

      Buonasera a tutti.
      La mia famiglia ha un sito Vodafone in un terreno agricolo da circa 20 anni.
      Abbiamo sempre avuto problemi con la società ( ci inviavano lettere X ridurre il canone, non abbiamo potuto mandarli via perché ci vuole una motivazione valida affinché lascino il terreno) e ora hanno detto di avviare la procedura d esproprio.
      La mia idea è quella di fare una denuncia collettiva contro la società?! O quale azione si potrebbe arrivare in merito, vista la situazione a livello nazionale.
      Saluti

    • #2013 Rispondi
      brancati
      Ospite

      Salve,
      vedo molto difficile la possibilità di avviare azioni a livello nazionale, in quanto non sussistono normative che lo consentano. Escluderei la possibilità di avviare una class action che avrebbe margini di fondatezza piuttosto scarsi. Ritengo che ognuno debba tutelare la propria posizione. Di fatto le pratiche che poi davvero arrivano all’esproprio sono per nostra esperienza pochissime

    • #2021 Rispondi
      Max
      Ospite

      Buongiorno, mi intrometto.
      lavoro in un comune e qualche giorno VIA PEC LA VODAFONE HA CHIESTO LA ESPROPRIAZIONE per pubblica utilità di un lotto di terreno di provati su cui sorge una stazione base. Avvocato vede che non sono solo minacce….. Ma poi mi chiedo: ma lo possono chiedere???

    • #2039 Rispondi
      Francesco
      Ospite

      “Buonasera a tutti, la stessa cosa è successa a me. Sono il locatore di un’antenna Vodafone da circa 10 anni. Dopo due minime rinegoziazioni al ribasso del canone di locazione, nel giugno del 2016 mi hanno inviato una lettera nella quale veniva descritta l’assoluta utilità dell’antenna e l’assoluta necessità di acquisire il diritto di superficie sul terreno oggetto della locazione perchè sarebbe stato impossibile per loro acquisire altre aree data la difficoltà nell’ottenimento delle autorizzazioni.
      La proposta fattami era di circa 3 anni anticipati di locazione che poi sono diventati cinque a novembre. Io ho proposto una cifra molto più alta o il mantenimento delle condizioni contrattuali correnti. Circa due ore fa (16/01/2017) mi contatta la stessa azienda delle altre volte per ribadire l’ultima proposta. Io rinuncio e mi viene detto che l’antenna verrà smantellata, al che io esprimo soddisfazione per la loro decisione.
      Non so come andrà a finire, se la toglieranno o no, ma credo che a me convenga solo per cifre che includano almeno dieci anni di locazione.
      La scarsa serietà di queste multinazionali si evince dalla totale variazione di strategia manifestata nelle varie fasi della trattativa, in quanto si è passati dall’assoluta imprescindibilità dell’antenna allo smantellamento.
      Questo è solo terrorismo psicologico, e se la toglieranno ben venga.
      Buonasera a tutti”

      Buonasera a tutti, stamattina mi hanno contattato per propormi una riduzione del 15% sul canone di locazione. Io ho risposto che ci penserò nei prossimi mesi. Ovviamente non accetterò. Comunque, come avete potuto vedere, non procederanno all’esproprio, semplicemente perchè non possono farlo. In quanto nessun soggetto privato può espropriare un altro privato.
      Buonasera e buon anno a tutti

    • #2042 Rispondi
      avv brancati
      Ospite

      bhe non è proprio così
      un soggetto privato può promuovere un procedimento espropriativo, richiedendone l’avvio al Comune, avvelendosi di una normativa che nel caso di specie sancisce la possibilità di promuovere espropriazioni per pubblica utilità per impianti di telefonia.
      Peraltro sorge assai fondatamente il dubbio se sia legittimo procedere a un esproprio su cui l’ente già vanta un titolo di utilizzo per locazione, non scaduto. dov’è infatti la necessità di acquisire l’area se è già in disponibilità del gestore? non certo nella possibilità di risparmi, in quanto questo non è un valido motivo per procedere a un esproprio

    • #2044 Rispondi
      Francesco
      Ospite

      Certo avvocato, è proprio questo il punto: l’area è già in disponibilità del gestore.
      Ho esposto la mia vicenda per dire che si è passati dall’assoluta utilità dell’antenna alla minaccia di rimozione della stessa.
      È chiaro che queste sono pratiche di terrorismo psicologico da parte dei gestori.

    • #2163 Rispondi
      Anna
      Ospite

      Buonasera anche noi siamo stati tartassati da innumerovli richieste di riduzione del canone di affitto per il palo vodafone che abbiamo dato in locazione dal 1997 rinnovando sempre il contratto che ora scadra’ il 1/1/2024 e che nonabbiamo intenzione di risolvere.Abbiamo resistito finora senza diminuire il canome ma ora il Comune dove e’ installato questo palo ci ha convocati dicendoci che se non accettiamo la vendita del terreno loro saranno obbligati loro malgrado a procedere all’esproprio dandoci una cifra irrisoria.Purtroppo abbiamo letto di una sentenza del Tar di Trieste n. 228 del 2018 dove il ricorso da parte del proprietario del terreno che affittava da svariati anni ,e’ stato respinto.A questo punto che fare?Siamo nelle loro mani, qualcuno e’ a conoscenza di casi dove l’esproprio e’ stato respinto in situazione tipo la nostra?Buonasera

    • #2167 Rispondi
      corrado
      Ospite

      Gent.ma sign.ra
      noi non conosciamo la sentenza che lei cita, né conosciamo casi in cui i tribunali si siano espressi su situazioni simili alla sua. Anche perchè gli espropri si fanno per realizzare nuove opere…
      Per ora stiamo consigliando a tutti i proprietari di non accettare la riduzione del canone e stiamo preparando delle lettere ad hoc.
      Se le interessa ci chiami allo 0721.581879
      cordiali saluti
      avv brancati

    • #6764 Rispondi
      Antonietta
      Ospite

      Salve a tutti,
      nel nostro caso ci hanno contatto i locatori di un’area dove installata un’antenna dicendoci che in parlamento vi è una proposta di legge (DDL n. 2296) presentato lo scorso 21 giugno che permetterebbe, qualora approvato, di procedere ad esproprio più semplicemente.
      Il nuovo testo dell’articolo 90 del codice delle telecomunicazioni sarebbe questo:
      1. Gli impianti di reti di comunicazione elettronica ad uso pubblico, ovvero esercitati dallo Stato, e le opere accessorie occorrenti per la funzionalità di detti impianti hanno carattere di pubblica utilità, ai sensi degli articoli 12 e seguenti del decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327.

      2. Gli impianti di reti di comunicazioni elettronica e le opere accessorie di uso esclusivamente privato possono essere dichiarati di pubblica utilità con decreto del Ministro dello sviluppo economico, ove concorrano motivi di pubblico interesse.

      3. Per l’acquisizione patrimoniale dei beni immobili necessari alla realizzazione degli impianti e delle opere di cui ai commi 1 e 2, può esperirsi la procedura di esproprio prevista dal decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327. Tale procedura può essere esperita dopo che siano andati falliti, o non sia stato possibile effettuare, i tentativi di bonario componimento con i proprietari dei fondi sul prezzo di vendita offerto, da valutarsi da parte degli uffici tecnici erariali competenti, anche nel caso in cui la disponibilità dei fondi sia stata in precedenza ottenuta in virtù di un contratto concessorio di un diritto personale di godimento.

      Secondo c’è la possibilità che diventi legge?

      • #6827 Rispondi
        Corrado Brancati
        Ospite

        tutto può accadere quando ci sono miliardi in gioco. ma certo non è una buona ragione per cedere alle minacce degli enti

    • #6783 Rispondi
      Massimo
      Ospite

      Buonasera.

      Avvocato Brancati, lei dovrebbe sapere che le antenne Vodafone, Wind o simili, gestiscono cun bene di pubblica utilità visto che oggi senza internet o la telefonia non si potrebbe neanche chiamare un’ambulanza o studiare a distanza ad esempio. Il legislatore ha conferito a queste infrastrutture (le antenne) la classifica di ‘opere di Urbanizzazione primaria’ avente carattere di ‘pubblica utilità’ (art. 86 comma 3 del DLGS 259/2003). Tanto per capirsi sono equiparate alle torri dell’enel, acea, eni o alle autostrade o agli acquedotti. L’art 90 comma 1 della stessa legge inoltre, prevede, se non si raggiunge un accordo, L’ESPROPRIO. Senza citare la costituzione (art. 2) che prevede e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale da parte dei cittadini, credo che bisognerebbe tutelare gli interessi collettivi piuttosto che quelli meramente privatistici ed egoistici. L’Enel non fa nessuna trattativa per mettere le sue infrastrutture e nel caso da un’indennizzo misero ed espropria il terreno. Le stesse persone che usano queste chat dovrebbero ringraziare e non mettere i bastoni fra le ruote chi questo servizio lo garantisce grazie all’implementazione comunicazioni elettroniche. Finisco dicendo che la trattativa da parte delle aziende in questione viene effettuata poichè tutti gli stati (compresa l’Italia) vengono ‘pressati’ dall’Europa affinchè si implementi la banda ultra larga. Di conseguenza le aziende in questione non possono fare investimenti milionari su un terreno con contratto di affitto che per sua stessa natura è instabile. Resto a disposizione per eventuali confronti. Grazie e buona serata.

      • #6826 Rispondi
        Corrado Brancati
        Ospite

        Salve,
        nessuno mette in dubbio la pubblica utilità, ma le ricordo che le aziende di telefonia sono privati che guadagnano miliardi di euro ogni anno. Ciò che le tante persone interessate evidenziano e che in questo periodo queste aziende stanno cercando di speculare, ancora, sulle loro concessioni, cercando (con le minacce) di ridurre canoni di affitto già concordati.
        Peraltro visto il suo zelo, se ha un balcone di casa o un tetto da offrire gratuitamente per il bene pubblico, me lo faccia sapere e la metterò volentieri in contatto con una società di telefonia

      • #6857 Rispondi
        Giacomo
        Ospite

        Buongiorno signor Massimo, sono andato a leggere gli articoli che lei cortesemente cita. L’art. 90 fa espressamente menzione degli impianti da realizzare, non da mantenere. Se ne deduce che, se i gestori Vodafone o altri avessero già un diritto di locazione dell’area, potrebbero ricorrere all’esproprio solo nel caso in cui il proprietario dell’area volesse risolvere il contratto e il gestore dimostrasse che non esistono alternative (e stiamo comunque applicando una interpretazione molto estensiva del dettato dell’articolo 90). Situazione completamente diversa nel caso in cui la minaccia di esproprio si basasse su di un mero tentativo di abbassare il canone e risparmiare, a fronte di un contratto di locazione in essere. In questo caso si tratta di un tentativo di spaventare il proprietario, poiché non sussiste nessun pericolo di smantellamento dell’impianto. Questo mi pare di capire dell’area lettura. Buona giornata.

    • #7378 Rispondi
      Mauro
      Ospite

      Buon giorno
      Egregi Dott. Brancati e Sig. Giacomo, la sentenza citata dalla sig.ra Anna il 10 aprile 2019 è di Trento e non di Trieste, è leggibile nel pdf che si apre a questo link
      https://www.sipotra.it/old/wp-content/uploads/2018/10/Sentenza-n.-228-del-2018.pdf
      Sono un privato e mi trovo a subire la richiesta di cessione della superficie dove già da 18 anni il gestore ha installato la stazione radiobase in forza di un contratto di locazione.
      Dico “subire” perchè l’alternativa alla loro offerta è l’azione di esproprio per pubblica utilità.
      Come si legge nella sentenza al link qui sopra, i vari concetti di “area destinata a nuovo impianto (e non già in funzione da anni)” come “solo in caso di rifiuto al rinnovo della locazione” vengono sottomessi ad un ipotetico interesse della comunità, anche se non si vede il vantaggio per i cittadini, oppure si ma solo per una calcolata opportuna temporaneità giustificativa.
      Mi chiedo: esistono altre sentenze come questa? Ci sono casi di esproprio di questo tipo nell’ultimo anno? E’ cambiato qualcosa dal 2018? Dobbiamo rassegnarci all’interpretazione di leggi in danno di inermi cittadini e a favore di enti che non sono senza scopo di lucro?
      Grato se mi potrete indicare la via.
      Buon proseguimento

    • #9657 Rispondi
      Max
      Ospite

      Salve a tutti, sono nella stessa situazione, oggi mi è arrivata una raccomandata che in poche parole dice che o accetto la loro (misera) proposta di diritto di superficie o avvieranno lesproprio. A voi come andate? Hanno avviato lesproprio? Grazie in anticipo per le risposte.

    • #9986 Rispondi
      Agostino
      Ospite

      possono espropiare con un diritto di superfice per 30 anni pagando un quarto dell’attuale affitto ?

    • #10021 Rispondi
      Giovanni
      Ospite

      Buongiorno, ho letto la discussione, anche io ho ricevuto la stessa comunicazione. La mia domanda è: alla fine a qualcuno hanno fatto l’esproprio? Oppure si è risolto sempre in un nulla di fatto?

    • #10090 Rispondi
      federica
      Ospite

      salve,
      anche noi siamo stati contattati non più da vodafone ma da inwit per ottenere il diritto di superficie ad un prezzo irrisorio sul nostro terreno, ove si trova un loro ripetitore. intendiamo rifiutare l’offerta, tuttavia ci minacciano con l’esproprio. cercando di info leggevo il testo di legge che è necessario un vincolo preordinato. nel caso di società privata in cosa consiste? la legge che stabilisce la pubblica utilità di tale tipologia dei siti è del 2003 e a noi viene per la prima volta fatto presente adesso.

    • #10096 Rispondi
      Max
      Ospite

      Salve,riporto la mia esperienza: dopo aver ricevuto la comunicazione da parte inwit,ho fatto visionare la raccomandata ad un legale il quale mi ha illustrato che per legge loro possono avviare lesproprio.. il proprietario ha facoltà d opporsi ricorendo al tribunale(con i pro e i contro che tutti potete immaginare).
      Se qualcuno ha informazioni che possono essere utili si prega di farli presenti.
      Saluti

    • #10132 Rispondi
      Alex
      Ospite

      Buongiorno a tutti, anche io mi trovo nella stessa situazione. O accettiamo una somma pari ad 1/4 del contratto precedente entro 20 giorni dalla ricezione o inizieranno l’esproprio.

      • #10525 Rispondi
        Aldo
        Ospite

        Rispondo in generale alle situazioni che accadono in tutto il territorio nazionale, intanto non cedete mai ad abbassare il canone sono delle agenzie a creare panico nella gente è fare terrorismo psicologico sia per il canone sia per acquisto del terreno dove è posto il sito. Non esiste una legge che da privato a privato ci possa essere l’esproprio di un terreno o lastrico dove c’è un contratto di locazione per SRB antenne di telefonia mobile non lasciatevi ingannare. Articolo 834 c.c. Saluti a tutti spero il mio messaggio serva.

    • #10144 Rispondi
      joseph
      Ospite

      Le antenne di telefonia mobile sono un servizio pubblico? Il Tribunale di Treviso lo esclude,
      quindi è dovuto il canone di locazione: considerazioni a margine della sentenza del Tribunale
      ordinario di Treviso sezione terza civile n. 240/2021 r.g.a.c. in data 15/12/2021

    • #10145 Rispondi
      joseph
      Ospite

      leggete lo statuto della inwit.
      leggete attentamente il vostro contratto stipulato con vodafone riguardante la cessione del contratto

    • #10146 Rispondi
      joseph
      Ospite

      allo scadere del del diritto di superficie tutto ciò che è stato realizzato diventa di proprietà del titolare originario del terreno.

    • #10147 Rispondi
      joseph
      Ospite

      Brignano, venduto a 216mila euro il terreno dell’antenna

      Il Comune è riuscito a vendere all’asta, per 216mila euro, i 50 metri quadrati di terreno in via Galileo Galilei su cui sorge l’antenna con i ripetitori della telefonia mobile.
      Treviglio città, 24 Agosto 2017

    • #10148 Rispondi
      joseph
      Ospite

      una class action potrebbe essere l’ideale!

      • #10161 Rispondi
        Max
        Ospite

        Magari, sarebbe fantastico

    • #10329 Rispondi
      Gianmarco
      Ospite

      Anche io ho ricevuto la stessa proposta del diritto di superficie per un prezzo irrisorio… Non ci vedevo chiaro in tutta questa situazione e ho trovato un bravo avvocato che mi ha risolto il problema.
      Sostanzialmente hanno desistito dall’idea del diritto di superficie e sono riuscito ad ottenere il rinnovo della locazione.
      Non è stato per niente facile!
      Se potesse essere di aiuto a qualcuno, posso fornire il recapito dell’avvocato che mi ha assistito. A me ha risolto il problema.
      Gianmarco

      • #10405 Rispondi
        Carlo
        Ospite

        Sì, Gianmarco, me lo faresti avere?
        Credo che la situazione in cui ci troviamo sia abbastanza complessa e merita una adeguata assistenza.
        Grazie

      • #10424 Rispondi
        Gianmarco
        Ospite

        Ciao Carlo, il numero è 333 3401291 e lo Studio si chiama IPL.

        Gianmarco

Visualizzazione 30 filoni di risposte
Rispondi a: Esproprio impianto di telefonia
Le tue informazioni: