L’affittuario di beni espropri...

L’affittuario di beni espropriati - indennità

Nel caso in cui il terreno espropriato sia affittato, l’affittuario ha diritto alla riscossione di un’indennità. Per affittuario deve intendesi colui che conduca in locazione l’immobile oggetto di esproprio.

La norma (artt. 37.9 e 42.1) prevede il diritto ad un’indennità a favore del “fittavolo, mezzadro e compartecipe che per effetto della procedura espropriativa… sia costretto ad abbandonare in tutto o in parte l’area direttamente coltivata”.

Calcolo indennità di esproprio

L’indennità da corrispondersi è pari al valore agricolo medio della porzione espropriata. Requisiti indispensabili sono:

  • Stipulazione di regolare contratto di affitto registrato antecedente di 1 anno la dichiarazione di pubblica utilità
  • Natura di coltivatore diretto o imprenditore agricolo a titolo principale dell’affittuario (sul diritto di quest’ultimo a tale indennità sono peraltro presenti alcuni dubbi interpretativi)

Peraltro mentre nel caso di esproprio è l’ente pubblico che ha l’obbligo di contattare ed informare il proprietario espropriato, un tale obbligo non è rinvenibile a carico dell’ente a favore dell’affittuario di un fondo espropriato; questi pertanto deve farsi promotore di un’apposita richiesta all’ente espropriante.

Approfondimenti -> Tutta la giurisprudenza in tema di occupazione illegittima

In caso di occupazione illegittima -> Breve guida operativa

omanda icona

Cosa possiamo fare per te?

Ti aiuteremo gratuitamente a comprendere cosa ti stia accadendo e cosa puoi fare per difendere i tuoi diritti.

Chiama ora il numero
VERDE nazionale centralizzato

Fissa un appuntamento telefonico per un colloquio gratuito o per prenotare un sopraluogo tecnico